expr:class='"loading" + data:blog.mobileClass'>

Sorridi Sei Con Me

Sorridi Sei Con Me

Tintir in un barattolo

Tintir in un barattolo

3mendi

giovedì 16 ottobre 2014

SentendoCI

       Distruzioni per                                            l'uso:capovolgendolo, girandolo, scuotentolo,spe, che non si stacca.E la cosa ci piace.


Mi sento come su di una tastiera del pianoforte, dove i tasti sono le lettere che compongono le parole e le pause i silenzi.Scorrono a fiumi e non sono mai statiche ,anche se i movimenti delle emozioni a volte sono quasi impercettibili. un pò come lo sfilare del vento, che lascia il segno al suo passaggio, trasortando con se briciole di pensiero. Un pò come una pallina da ping pong, che rimbalza impazzita in una sfida, che non e' sfida. Parole rotte da silenzi che silenzi mai non sono,tradotti da parole che rilasciano immagini e colori, suoni e ricordi, piccole istantanee di ciò che e' condiviso, di ciò che sta bene, di ciò che vuole fare bene. Come mangiarsi la cioccolata e riuscirsi a calmare, come i brufoli che poi spuntano, eh si, le parole di una rompiscatole appoggiate nelle pieghe del tempo, mai gettate a casaccio. Questa voglia di comunicare, di condividere, essendo solo se stessi, in quei silenzi che metabolizzano l'ascolto, che danno una dimensione all'emozione, che comunque straborda. Come gli angoli della bocca che superano le orecchie in un sorriso, come un leggero tocco a dire"guarda che ci sono imbecille" e quindi vaffanculo no?


Non sarebbe il momento adatto di parlare di questo, visto che Oren oggi l'ha indetta come giornata della fionda, e sicuramente quelle che vengono spesso tradotte in Zarzalle , quelle emozioni che rigano all'interno ,in maniera piacevole, che si sente il bisogno di fare uscire nella loro leggerezza , che non hanno parole con cui essere descritte, se non uno sfoggio di colori che contrastano col vibrare del nero. Eh si proprio quelle le zarzalle e le fanfare, che con le loro punture sembrano risvegliarti e dire" inutile che inebetito fai si con la testa, lei dice che non sa ballare, ma non ci hai capito nulla". In effetti le sento più come gocce di tinte gettate sul capo che colano lungo il corpo, ne aumentano la sicurezza, nei loro dubbi, danno il giusto tono a domande nascoste nei pensieri, a pensieri, che generano domande. Come su un foglio bianco su cui si disegna un prato che lentamente prende forma, a volte i colori si muovono in maniera quasi impazzita, battendo la carta nella voglia di essere impressi, di sentirsi macchiati,di sentirsi dipinti nel profondo delle pieghe , anche se nudi.Beh in realtà sto cercando di smettere di ridere pensando alla cavigliera alla citronella, ma sorvolando sulle punture delle fanfare, la immagine che ho e' quella di una farfalla che non brucia le sue ali , svolazzando su una fiamma di tre colori.




 Mi chiedo come si fa a scrivere un post, mentre le dita ti tremano, perchè continui a ridere ed è proprio una cosa continua,che pensandoci bene devo rivedere il mio" mi stai sulle scatole" con mi stai sullo stomaco, perchè a causa appunto delle risate mi tira , rimbalza e mi fa tremare anche la mascella, che pure quella non scherza.Certamente non si può attribuire ad una cosa cosa sola questo aggrappamento pecioso, ma diciamo che il ridere, il divertirsi, il lasciare crollare, al tremare delle pinne che sbattono come una foca, tutte quelle incrostazioni che si accumulano in una giornata, che abbiamo accumulato nel tempo, hanno aiutato molto l'avvicinarsi, il volersi.Le risate hanno cominciato a rimbalzare su quell'emotività che al tempo era distrutta. Una emotività che non rigetto, perchè cmq va avvolta, coccolata, ascoltata e a volte pure scossa.Direi che sono quelle gocce che rigano le guance per poi sfiorare il sorriso a far tremare l'anima nell'eco della risata.



Premetto che non ti dovrai sbalordire quando ti presenterò la fattura per le traduzioni dei testi inglesi, chiaramente, senza sconti. La musica ci accompagna e spesso aiuta a esprimere parole che non riescono a trovare forma, altre volte solo a confermare le emozioni e sicuramente sempre a fare da sottofondo a tutti quegli echi, che riverberano negli istanti passati insieme. Divertente nel trovarla, nel scegliere quella adatta da fare ascoltare, evitando quella composta da troppe parolacce, che la fanno scadere  nell'ordinario, in qualcosa che poi alla fine e' limitativo. Come se fosse una canzone con una musica monotono, dove le dita arpeggiano costantemente sulla stessa nota, tralasciando ,non tanto il virtuosismo,ma quel senso che da all'istinto la profondità, che distoglie la mente da quello che si sta facendo, per condividere con te anche quando non sei presente.Le immagini di forme stampate che richiamano emozioni, che traduciamo in ciò che i nostri occhi proiettano al cervello, che ci eccitano, che ci fleshano tormentandoci. Immagini e musica che prendono forma, che tralasciano odori, che fanno schioccare la lingua alla ricerca del sapore, che riflettono nello specchio , quando ci guardiamo, il sorriso dell'altro.


SentendoCi due rive opposte sulla stessa sponda fa si che
io ti necessiti , perchè odio non poter dire qualche vaffanculo al giorno e necessito andarci con te.




continuo in ogni caso a odiarti ma ho bisogno di te per poterti odiare.
Comunque è chiaro che

ha lasciato un immagine di te e di me riflessa nello specchio della mia anima.
ci ha svegliato immagini di noi, impresse e stampate in maniera indelebile nel nostro subconscio,ma
Chiaramente te sei pignolo quanto io pigna, e la cosa devo dire, che è servita ,perchè non solo
tuo primo ascolto riuscivi a capire lol.
per farti arrivare alla conclusione, che forse non volevano dire per me quello che in realtà ad un
Dal mio punto di vista ho dovuto farti ascoltare le mie canzoni almeno 5 volte  ed in periodi diversi
tua testa, quindi direi che oggettivamente i conti dovrebbero essere entrambi ben bilanciati :P
mi ha dato il tempo di cominciare a fare pulizie in maniela delicata e impercettibile all' interno della
ostriche, non essendo perfettamente ferrata nell' inglese o nello spagnolo, ma è anche vero che
È comunque da ammirare il tuo sforzo nell'aiutarmi a tradurre canzoni che per me erano veramente
sapevamo ci avrebbero irritato a vicenda, essendo io diabetica e poco incline ai vincoli come te.
Abbiamo passato un casino di tempo a evitare volutamente e in maniera decisa canzoni che


ridere di gusto.
quando stò con te, in pratica sempre e te hai imparato molto bene, non solo a ghignare, ma anche a
 A volte adesso mi danno davvero della scema, perche, cavoli, riesco a ridere anche da sola oltre che
Io sono 3 menda te sei, beh, una grande testina, quindi il mix è stato semplicemente esplosivo,
consapevoli del bisogno di sorridere assieme e  di sdrammatizzare tutto ridendo e sentendoci.
 Ricordo che ti dissi "devi  farmi ridere e se vuoi cercami". Eravamo mentalmente predisposti e non
quando, davvero casualmente, ti sei fiondato prepotentemente, in senso figurato, nella mia vita.
A volte rido ancora ripensando a come eravamo, io da un lato emotivamente schizzata e a come eri conciato te



della proteina  NGF nel nostro sangue :)
mangiate quindi sarà difficile sentirle le mio stomaco ma forse è solo esclusivamente colpa del livello
nei posti piu odiosi e impensabili , w la cytronella! Per quanto riguarda le farfalle non ne ho mai
farfalle e zanzare, lol, si le zanzare sono fastidiose quanto te, ronzano sempre e tendono a pungere
 bluastra che, normalmente si vede a temperature esclusivamente molto elevate. So che parlerai di
della passione il rosso del desiderio ma ne parleremo più avanti e nel nostro caso bè anche l'aura
di cera l'analisi diventa molto più complicata . Normalmente si vede solo il giallo, segno possibile
bellezza dei colori di cui  ne è composta. Certo se ci si sofferma poi sulla luce sprigionata dai cilindri
tinte di cui sono dipinte le pareti, come a volte bastano due piccole candele per mostrarne tutta la
buffa, non possiamo pensare di rimanere in una stanza buia sperando che sia possibile vedere le
 Le persone spesso non comprendono la fondamentale esigenza dei colori, rimane per me una cosa


scatole.
dire sorridendo cavoli.... ti sento anche se continuerò comunque a dire ai 4 venti che lol mi stai veramente sulle 
comune comprensione, certo i vaffanculo si sprecano come le volte che ti chiamo scemo ma sono per
parlare, credo che l'essere  persone empatiche possa aiutare ad agevolare il processo della nostra
capita anche non parlando o la nostra capacità di sentire il nostro stato d'animo reciproco anche senza
parole e lasciarle scivolare in silenzio carpendone il significato,  è difficile spiegare il senso di essere
non tu... non è facile parlare per me ormai hai imparato alla tua maniera a soppesare valutando le  mie
a suo tempo della  posizione sinistra, tanto da te ricercata,  quindi per una volta sarò io l'elastica e
mi sono auto concessa la posizione di coda non certo per darti piacere ma perchè mi sono appropriata
Certo conoscendoti inizierai divagando della posizione da me assunta in questo post ma certamente



2 commenti:

  1. ok..mi compro un a Canon
    Maurizio

    RispondiElimina
  2. Ho preso una D7.. ma senza le tue parole è inutile quardare dentro i colori..Buon Natale.
    Maurizio

    RispondiElimina